VOTAMI!!!!!!!!!

motori ricerca sito internet

sono in classifica!!!!

In classifica
Top blogs di ricette

Lettori fissi

martedì 7 gennaio 2014

NON SOLO ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE

Le tipiche  ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE nella mia regione LA SARDEGNA si trasformano in un dolce molto simile ma che viene particolarmente preparato nel periodo di carnevale ,tipico dolce da impasto lievitato e fritto , può essere fatto in 2 diverse forme oppure farcito con della crema chantilly o pasticcera

INGREDIENTI per 2 kg di zeppole:
1 kg di farina
300 gr patate lesse schiacciate
400 ml latte tiepido
30 gr di zucchero
1 panetto da 25 di lievito di birra fresco
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di zafferano in polvere
1 arancia (scorza grattugiata e succo)
mezzo bicchiere di liquore ( villacidro o maraschino o grappa o sambuca)
zucchero semolato per farcire

per la versione castagnole
crema pasticciera o chantilly
liquore per babà o maraschino
zucchero semolato


PROCEDIMENTO
  Come prima cosa mettete le patate a lessare senza sale , fatele freddare pelatele e passatele o schiacciatele senza lasciar grumi .In una grande terrina in terra cotta o altro materiale ( in sardo scivedda) alto e largo , insomma capiente , versateci la farina unitevi al centro le uova, le patate , l'arancio sia la scorza che il succo,lo zucchero  e lo zafferano e iniziate a lavorare con le mani,  unitevi il liquore facendolo assorbire  poco per volta ;

scaldate il latte , prelevate mezzo bicchiere e scioglietevi il lievito ora unite ance il latte  con il lievito sciolto sempre  facendo assorbire per volta  e lavorate fino a completo assorbimento ; unitevi ancora il latte rimasto lavorando energicamente picchiando e massaggiando l'impasto con le mani  facendo ancora una volta assorbire il latte poco per volta all'impasto , l'impasto dovrà risultare morbido quasi liquido ma non troppo deve essere colloso e ben amalgamato senza grumi , ora ricoprite la terrina con dei panni puliti mettendo qualcosa ,tipo i mestoli , di modo che non si attacchino all'impasto e coprite con coperte,lasciate lievitare per un ora e mezzo o due  , (dovrete controllare ogni tanto  che abbia raddoppiato il suo volume e regolarvi se occorre lasciarlo lievitare ancora o meno ) sarebbe meglio lasciare il tutto accanto ad una fonte di calore tipo il cammino di modo che aiuti e acceleri la lievitazione
Ecco come deve risultare l'impasto lievitato e pronto per essere fritto .
Ora prendete una padella o una teglia riempitela d'olio per fritture  (almeno 5 cm d'olio) portatelo a temperatura (non deve essere troppo bollente fate la prova con una pallina d'impasto se frigge e risale è pronto) .ora bagnandovi le mani per ogni "ciambella" prendete molto velocemente una manciata d'impasto create una pallina cercando di portare i bordi all'interno aprite con le dita al centro tirando l'impasto e buttate con attenzione nell'olio ,appena risale con un bastoncino di legno o il retro di un mestolo cercate di riaprire il buco facendolo roteare , se si dovesse richiudere, e rigirate fino a che diventano dorate da entrambe le parti, una volta cotte uniformemente scolate per bene e immergete ancora calde nello zucchero passandole da entrambi le parti e servite
Questo è il risultato finale





Potete fare anche un altra versione più sbrigativa usare un imbuto o un sac a poche e versare l'impasto  a mo di serpente con un filone unico in cottura , ma in questo caso dovrete mettere più olio in padella e fare molta attenzione nel girarle da entrambi i latti , solo una volta per ogni lato, scolare per bene e farcire con lo zucchero come in precedenza
una versione ancora più golosa è quella farcita di crema chiamate anche castagnole, in questo caso la cottura avviene prelevando dell palline di impasto aiutandovi con uno o 2 cucchiai ben bagnati oppure sempre con una sac a poche creando delle palline poco più grandi di una noce, come in precedenza cuocere facendo dorare su tutti i lati ,scolare , far freddare per bene ,inzuppare non eccessivamente  le palline con il liquore   ,in questo caso dovrete farcire le palline  con della crema pasticciera o chantilly ben fredda ( per le ricette qui sul blog) facendo una piccola incisione  e "ignetando" la crema all'interno e servire 

 E ORA COSA DIRE ...BUON APPETITO!!!!

Nessun commento:

Posta un commento

ga('create', 'UA-41159884-1', 'mnnrba.blogspot.it'); ga('send', 'pageview');